Skip to main content

COLLABORAZIONI

Per collaborare con noi:

le modalità in cui il laboratorio stabilisce dei legami di collaborazione con gli enti esterni all’Università sono di duplice natura: le convenzioni di ricerca e le attività in conto terzi.

Nel primo caso, ossia quello delle convenzioni di ricerca, il laboratorio e l’ente committente pongono al centro dell’attività di recupero l’attento studio del materiale selezionato. In altri termini, essi scelgono insieme un percorso di preservazione, di restauro digitale, di ricerca e di edizione che includa sia la creazione di copie digitali dei film e dei video sia l’indagine approfondita delle opere e delle documentazioni digitalizzate. Tale percorso viene attivato solo ove sia chiara la storia tecnica e culturale dell’opera e/o del documento che s’intende restaurare.

Nel secondo caso, quello delle attività in conto terzi, la responsabilità dell’intervento – a meno che non sia di chiaro interesse storico e culturale e/o che l’Università non sia interessata a sperimentare un protocollo ad hoc – sarà totalmente della committenza, che dovrà dare indicazioni specifiche su come effettuare le operazioni di recupero e di restauro.

Vedi il nostro tariffario

Vedi qui il nostro tariffario 

 

Partnership, convenzioni e collaborazioni

Tra il 2004 e il 2016, nell’ambito di progetti di ricerca e sperimentazione avviati con istituzioni pubbliche e private (sia in campo nazionale sia in campo internazionale), il laboratorio ha preservato e restaurato centinaia di opere e di documenti audiovisivi di artisti di notevole rilevanza. Si segnalano, tra gli altri, Yervant Gianikian e Angela Ricci Lucchi, Alberto Grifi, Massimo Bacigalupo, Pierre Clémenti, Aldo Tambellini, Videobase, Karpo Godina, Michele Sambin, Claudio Ambrosini, Guido Sartorelli, Luigi Viola, Luciano Celli, Mario Sillani, Pier Paolo Fassetta e Alina Marazzi.

Tra le partnership si segnalano:

Tra le numerose convenzioni e collaborazioni con prestigiosi archivi e laboratori si segnalano: